Loading...

Tendenze di progetto

INGANNARE L'OCCHIO COL TROMP L'OEIL DI NUOVA GENERAZIONE

13 Giugno 2018

Ingannare l’occhio non è poi così difficile. Il trompe l’oeil, in francese, significa letteralmente “inganna l’occhio”. E’ un effetto usato inizialmente nella pittura già dai tempi degli antichi greci per disegnare uno sfondo tridimensionale sulla parete. Lo scopo era quello di far sì che l’elemento fisco del muro scomparisse totalmente e l’impressione fosse di avere davanti a sé un’architettura, uno spazio, una natura, una profondità che in realtà non esistevano perché ben circoscritti da un elemento solido e murario.Dall’'arte romana, passando per il Rinascimento e il Barocca, il tromp l’oeil,rivisitato in chiave moderna viene riproposto come decorazioni d'interni, per dare la percezione della dilatzione dell'ambiente. Tipica in passato la rappresentazione di finestre o porte. Questo escamotage, perfetto per le stanze piccole, proprio per l’illusione di DEMATERIALIZZAZIONE SPAZIALE che trasmette, diventa oggi un effetto scenico originale e prezioso.

 Attenzione però al fatto che questo fenomeno va contrapposto sempre ad un arredamento raffinato e moderno per ottenere un risultato è davvero esemplare. Una sola parete, non di più. Non se ne deve abusare, né utilizzare fondali scontati altrimenti si ottiene la percezione opposta Dosando l’effetto scenografico tridimensionale l’ambiente non perderà la sua eleganza, che sarà invece arricchita da un pizzico di fascino inatteso. Il  trompe l’oeil moderno può essere utilizzato per connotare una stanza come il soggiorno o per la parete alle spalle del letto. Tutta la stanza vibrerà un’atmosfera più calda, grazie alla presenza di arredamenti Morbidi come il divano o il letto. In particolare il risultato diventa impressionante nelle stanze piene di luce,dove la profondità teatrale della terza dimensione stampata trasmette la percezione di spazi veramente illuminati dal sole, grazie al gioco di ombre nelle incanalature degli elementi.